rofrano

  • [AGGIORNAMENTO] Rofrano, amministrative 2014: campagna elettorale a suon di tarantella


    La campagna elettorale Rofranese si accende di uno spirito tutto nuovo e mai "sentito" prima, la competizione più che elettorale sembra sia una competizione canora con musiche e testi degni di concorrere al festival della tarantella Calabrese.

  • [New1] A Rofrano vince il Cambiamento, Nicola Cammarano è il nuovo Sindaco.

    La campagna elettorale era iniziata con diverse novità: dalla funpage facebook per CambiAmo Rofrano alla tarantella satirica dei Catuordi a favore di marasciallo, dalla lista tutta giovane per Cammarano alla continuità con il passato dei Viterale (non proprio una novità) e poi ancora, da un gioco di squadra per i leoni di Nicola all'onnipresenza della colomba Giuseppe. 

  • #IOSTOCONNICOLA

  • A Rofrano, nel cuore della cultura alimentare cilentana

    Nell’anno in cui l’Italia ospita l’Esposizione Universale sull’alimentazione e la nutrizione ci piace l’idea di andarcene avòita pensando alla cultura alimentare cilentana.

  • Aleandro Baldi 9 settembre 2010

  • Ci ha offerto in alternativa delle azioni legali

    Un nostro compaesano dalla Germania scrive:
    "Caro tele rofrano scusa il disturbo tenevo a dirti se per favore e gentilmente potresti pubblicare il video dell ultimo consiglio comunale per poter far capire e vedere anche a noi rofranesi in Germania le cose che accadono a rofrano . Sempre gentilmente e mai per comando. Un saluto a tutti voi rofranesi . Grazie e a presto"

    Risposta:

    Caro compaesano purtroppo non stiamo pubblicando i video degli ultimi consigli comunali a causa di problematiche legate alle richieste di un signore che si sente come il famoso ispettore ma questo è Calaggann ed è maresciallo (nel suo immaginario crede di combattere la criminalità) ed il quale ci ha più volte snervato e costretto per diffida a rispondere con la riproduzione e trasposizione su DVD degli stessi consigli comunali che ribadisco, potrebbero essere visualizzati e scaricati comodamente dal nostro sito web telerofrano.com e dallo stesso canale youtube TeleRofrano dove fin'ora sono stati pubblicati e archiviati.
    Nonostante la normativa sull'accesso a determinati dati sia chiara,Decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196con le relative circolari chiarificatrici, il maresciallo Calaggann non ci rende facili i lavori.
  • comitato promotore forum dei giovani

  • Comunicato stampa acqua pubblica

    Il comune di Rofrano potrà continuare a gestire in forma autonoma il servizio idrico.
  • Consiglio Comunale 28 ottobre 2015

  • Discorso di Capodanno di don Marek, Rofrano, 01 Gennaio 2005

     1. L' Anno 2004 ormai è passato. Ormai è l'inizio del nuovo anno. Ancora quasi sei ore e iniziereme grazie alla Provvidenza divina il primo giorno del mese di gennaio 2004; il primo giorno dell'anno nuovo.
    Entrando oggi la nostra chiesa parrocchiale, vorrei insieme con voi tutti, carissimi Fratelli e Sorelle, salutare questo anno, vorrei dirgli: benvenuto!
    Lo faccio nel giorno dell'ottava della Natività. Oggi è già l'ottavo giorno di questa grande festa, che, secondo il ritmo della liturgia, conclude e inizia ogni anno.

  • Dove le lontre erano fate ... o viceversa!

    Il nostro viaggio di oggi prende spunto da una leggenda che narra la storia di alcune fanciulle biondissime e bellissime che spesso si incontrano vicino a torrenti dalle acque limpide e pulite. Hanno anche un'altra caratteristica: quella di avere un corpo così etereo da non lasciare addirittura nemmeno l'ombra. Spesso portano dei mazzolini di fiori colorati hanno una voce stupenda cantano divinamente e soprattutto sono in grado di predire il futuro. Qualcuno, si dice nel corso dei secoli, sia riuscito addirittura a sposarle… non bisogna però far loro nessuna domanda perché in questo caso sparirebbero per non tornare mai più.

  • È Cavargna e non Rofrano il paese più povero d'Italia

    Rofrano è uno degli 8058 comuni d'Italia e secondo la classifica stilata dal Il  Sole 24 ore, il nostro paesino si troverebbe al 7993° con una media di € 9679,06 di reddito pro capite dichiarato nel 2014 .
  • Escursione alla Raia del Pedale 21 agosto 2016, la fortuna è stata dalla nostra...

    La Raia del Pedale è lì da milioni di anni: imponente, forma piramidale, con tre valloni, un dirupo e una perfetta personale attrazione turistica.
    Ù Pìrali”, come la chiamiamo a Rofrano, “guarda” la “Leonesssa dormiente” (Monte Bulgheria) come le Grandi Piramidi d’Egitto “guardano” la Sfinge di Giza.
    Sono sempre stato affascinato da questo monte perché ha qualcosa di misterioso e nasconde dei segreti.
    Tuttavia esso “osserva” i rofranesi da circa tredici secoli: da quando i primi monaci basiliani, intorno al secolo VIII, si insediarono tra le colline del paese fino ai tempi più recenti.
    Carmine Lettieri (còmmitu) racconta che - durante l’epoca della Resistenza filo-borbonica (meglio nota come Risorgimento, n.d.r.) – vi si nascondevano i Briganti e questi pare conoscessero una cavità nella quale vi si potesse scendere solo con l’utilizzo di una scala: un racconto che può essere verosimile, poiché la Raia del Pedale è di natura carsica e da queste parti il capobanda di Piaggine, l’avv. Giuseppe Tardio, è certo che vi trovò riparo con tutta la sua guerriglia (ma l’argomento del brigantaggio troverà spazio in seguito).
  • Escursione San Menale - Passo della Beta



    Non sono ancora disponibili immagini.

    Sentiero con Open street map: http://www.openstreetmap.org/directions?engine=mapzen_foot&route=40.2111%2C15.4083%3B40.2080%2C15.3484

    I tempi di percorrenza non tengono contengo dei rallentamenti, soste e altre ragioni di allungamento dei tempi. Distanza: 6.9km. Tempo: 1:21.

    Carta topografica Rofrano Istituto Geografico Militare scala 1.25.000

    A coloro meno esperti di escursionismo si raccomanda di non avventurarsi senza un idonea guida o attrezzatura per l'orientamento e la navigazione.
  • Escursione San Menale - Scanno del Cantatore

    Quando decido di partire per le montagne solo le nuvole cariche di pioggia, i tuoni e le saette possono mitigare il mio desiderio di scoperta e avventura.

    Il 6 settembre 2016, dopo un pranzo in famiglia, durante il quale più volte ho stimolato la conversazione con gli zii parlando delle bellezze naturali e paesaggistiche del nostro territorio, zio Roberto, esperto conoscitore delle montagne che dominano da sud a sud-ovest la frazione diSan Menale, con la sua proverbiale spontaneità, mi ha lanciato la proposta di raggiungere una di quelle località che durante il pranzo avevo più volte menzionato. Località che conoscevo solo per aver studiato una carta topografica militare dell’area acquistata, presso l’Istituto Geografico Militare, qualche settimana prima di partire per le ferie rofranesi.

  • Escursione San Menale - Scanno del Cantatore (2)

    Quando decido di partire per le montagne solo le nuvole cariche di pioggia, i tuoni e le saette possono mitigare il mio desiderio di scoperta e avventura.

    Il 6 settembre 2016, dopo un pranzo in famiglia, durante il quale più volte ho stimolato la conversazione con gli zii parlando delle bellezze naturali e paesaggistiche del nostro territorio, zio Roberto, esperto conoscitore delle montagne che dominano da sud a sud-ovest la frazione diSan Menale, con la sua proverbiale spontaneità, mi ha lanciato la proposta di raggiungere una di quelle località che durante il pranzo avevo più volte menzionato. Località che conoscevo solo per aver studiato una carta topografica militare dell’area acquistata, presso l’Istituto Geografico Militare, qualche settimana prima di partire per le ferie rofranesi.

  • Festa della cappella dedicata alla Madonna del Sacro Monte di Novi Velia Rofrano San Menale 2011

  • Helena saluti per tr

  • Il Cavaliere della Rosa

    Io me ne voglio i a lu cilientu, me la voglio piglia’ ‘na cilentana.
    Nun me curo ca nun tene nienti, basta ca tene la fresca funtana.
    Così canta Cono, accompagnandosi con una fisarmonica, e racconta storie.
    P. Avrei anch’io una vecchia storia cilentana da raccontare.
    Cono. Dite, dite
    P. In un estate non lontana passeggiavamo An., sua figlia Ma. e alcuni amici per la bella Milano, lungo il corso Vittorio Emanuele…
    Tutti. Bella Milano?
    P. Ascoltate!
  • Il grano, la "recima" e compra Cilento

    Qualche anno fa l'ex consigliere comunale Lucio Zangari sollevava polemiche per la mancanza di un mulino a Rofrano, forse è proprio il caso di dirlo che ci si deve iniziare a pensare molto più seriamente sulla realizzazione di un impianto di molitura.
    Sono sempre più diffuse le piccole realtà contadine smart (intelligenti) e innovative che creando reddito valorizzano il territorio e fanno da ostacolo all'emigrazione.
  • Il prof. Roberto D'Amato

    Una persona che ha lasciato una grande traccia a Rofrano pur non essendo rofranese e' stato il prof. Roberto D'Amato. Arrivato nel nostro paese negli anni 60 ad insegnare matematica e scienze dopo alcuni anni poteva benissimo ritornare a Battipaglia suo paese di origine come facevano e fanno tutti gli insegnanti.

  • Intervista a Don Mariano Grosso - Proverbi e modi di dire Rofranesi

  • Io sto con il Sindaco !

    Per essere accusati di presunti reati commessi con l'ausilio di mezzi informatici basta veramente poco.
    A Rofrano non sarebbe la prima volta che accade.
    A Rofrano non é neanche la prima volta che accade che qualcuno viene accusato di pedofilia, già in passato vi è stato un caso che come molti possono ricordare è finito nell'oblio.
  • la semina del grano carusedda

  • La Tempa del Fico dal mio punto di vista

    Conosco la Tempa del Fico da diversi anni, ma non avevo mai sostato di persona in questo posto, dove Angelo Avagliano e la sua famiglia realizzano idee e progetti, per uno stile di vita rurale moderno, apprezzabile, sano e proficuo, come quello dei nostri avi o di molte famiglie rofranesi di oggi.

  • Le origini del toponimo San Menale

    Più volte mi sono chiesto quale sia l’origine del toponimo San Menale, negli anni diverse sono state le ricerche infruttuose ma con la crescita del web sempre più informazioni sono a disposizione di tutti. Ad esempio sull’enciclopedia online Wikipedia esiste una pagina dedicata alla frazione di San Menaio nel comune di Vico del Gargano in provincia di Foggia.
    Dalla pagina si possono leggere che esistano due ipotesi per l’origine del toponimo di San Menaio che riporto integralmente qui di seguito.
  • Lo spirito di servizio dei neoeletti

    Da poco insediati, il Sindaco Nicola Cammarano e tutto il gruppo di maggioranza si sono messi a lavoro e non hanno tardato di prendere tempestivamente delle decisioni a favore della cittadinanza Rofranese, rifiutando senza esitazione rispettivamente lo stipendio ed i gettoni di presenza quest'ultimi spettanti ai consiglieri. 

  • NDONDA 2015 - episodio 1

    Primo episodio di Ndonda per il 2015...
  • padula vs rofrano

  • Polisportiva Rofrano vs Nuova San Vito Sapri 8 febbraio 2015

  • Quanna nascetti ninno 2016 - VII edizione

    Ritorna come da tradizione la nostra rassegna dell'Arte Presepiale "Quanna nascetti ninno" che si svolgerà nel Comune di Rofrano dal 10 Dicembre 2016 al 6 Gennaio 2017. Dal regolamento un breve estratto:
    I Presepi potranno essere realizzati mediante ogni tecnica espressiva e con ogni tipo di materiale che il partecipante ritiene opportuni. Se muniti di impianto elettrico, gli stessi dovranno essere conformi alle normative vigenti.
    Per ragioni pratiche ed organizzative, si raccomanda di realizzare opere trasportabili non oltre le misure di 150 cm x 110 cm x 80 cm (larghezza x profondità x altezza).
  • Qui la questione è un' altra

    30 mag 2009

    Una sentenza che farà testo nella giurisprudenza penale, per la prima volta un giudice, del Tribunale di Vallo della Lucania, ha condannato un webmaster per reati di diffamazione a mezzo internet.

    26 nov 2013

    Condannato dal tribunale di Vallo della Lucania in primo grado, il webmaster è stato assolto in appello dal tribunale di Salerno in quanto il fatto non costituisce reato.

    Tutti sono sensibili sulla questione dei bambini che subiscono violenze ma qui la questione è un' altra.

  • Raccolta funghi


    Il Comune di Rofrano è ricco di boschi di quercia, castagno e faggio, naturale ecosistema di diverse specie di funghi epigei commestibili di eccellente qualità. Tele Rofrano nata per la promozione del territorio e del rispetto dello stesso mette a disposizione dei fungaroli residenti e non uno spazio web, il quale ci auguriamo possa essere chiarificatore sui diversi aspetti che questo genere di attività comporta. Per il futuro siamo speranzosi che i funghi possano dare una valida e seria risposta economica a molte persone anzichè una mera attività individualistica ed alle volte distruttiva per l'ambiente. Attendiamo i vostri pareri, suggerimenti e critiche. In fondo alla pagina trovate un apposito spazio per interagire oppure puoi scrivere a telerofrano @live.com

    Riconoscere i funghi non solo può essere un attività coinvolgente e appassionante ma sopratutto può permetterci di approfittare dell'eccellente gusto e qualità di alcune specie meno note e diversamente può evitarci spiacevoli conseguenze.
    Non mangiate funghi dei quali non siete sicuri della loro commestibilità

    Tutto funghi. Cercarli, riconoscerli, raccoglierli

    PERCHÈ RISPETTARE LA DISCIPLINA SULLA RACCOLTA ?
    Le piante ed i funghi traggono reciproco vantaggio dalla vita in comune, questo rapporto viene chiamato appunto "in simbiosi". Oltre a quanto brevemente detto è possibile approfondire l'argomento utilizzando le voci enciclopediche di seguito linkate:
    MicorizzaSimbionti "+2"- Parassiti - Sapotrofi

    I cittadini residenti nell'ambito della Comunità Montana "Bussento, Lambro e Mingardo" possono conseguire il tesserino di raccolta funghi o chiedere qualsiasi altra informazione rivolgendosi a:

    Comunità Montana "Bussento,Lambro e Mingardo"
    Ufficio Tesserino racolta funghi
    vai alla pagina

    Dal menu laterale Sottomenu funghi è possibile raggiungere il modulo per la domanda di rilascio
    del tesserino raccolta funghi presso il suddetto ente.

    I residenti in altro ambito dovranno rivolgersi alla propria Comunità Montana di competenza oppure per i Comuni di: Agropoli, Angri, Battipaglia, Bellizzi, Castel San Giorgio, Cava dè Tirreni, Eboli, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Pagani, Pontecagnano Faiano, Roccapiemonte, Salerno, San Marzano Sul Sarno, San Valentino Torio, Sarno, Scafati sarà necessario collegarsi al seguente indirizzo http://foreste.provincia.salerno.it (senza www) o leggere comunque le istruzioni contenute in questa pagina Boschi, vincolo idreogeologico, funghi e tartufi - Provincia di Salerno

    Per i residenti in altre province d'Italia collegarsi al sito web della propria provincia o puoi cercare un Gruppo Micologico locale al quale chiedere informazioni.

    Per la Regione campania il contributo annuale per il rilascio o il rinnovo del tessereno di raccolta è fissato in € 30 art. 4 c. 9 L.R n 8 del 24 luglio 2007. "I cittadini non residenti in Campania e già in possesso di tesserino abilitativo rilasciato nella propria regione di residenza, possono effettuare la raccolta dei funghi epigei spontanei commestibili  sul territorio della regione Campania mediante permessi occasionali giornalieri, rilasciati da un’amministrazione provinciale della regione Campania, aventi validità sul territorio regionale, entro un numero preventivamente stabilito dalla Giunta regionale per ciascuna provincia. I permessi occasionali possono avere anche durata settimanale e sono sottoposti al contributo di euro dieci al giorno da versare al momento del rilascio." art. 4 c.10 della legge regionale.

    Per il controllo (GRATUITO) di commestibilità dei funghi è necessario rivolgersi a:
    ISPETTORATO MICOLOGICO LOCALE

    ASL N. 3 Salerno - Dip. Prevenzione - Vallo della Lucania - Via O. De Marsilio, 176 - 0974-711814
    lista nazionale degli ispettorati
    Tutto funghi. Cercarli, riconoscerli, raccoglierli

    Estratto legge della regione Campania riguardante la
    DISCIPLINA DELLA RACCOLTA E COMMERCIALIZZAZIONE DEI FUNGHI FRESCHI E CONSERVATI

    Art.6
    Modalità di raccolta  
    1. La raccolta dei funghi epigei spontanei commestibili è ammessa, nel territorio della regione Campania, per una quantità massima giornaliera di chilogrammi tre complessivi per persona, di cui non più di chilogrammi uno delle specie Amanita caesarea (Ovolo buono) e Calocybe gambosa  (Prugnolo).
    2. I limiti di cui al comma 1 possono essere superati se la raccolta dei funghi epigei spontanei commestibili è costituita da un solo cespo di funghi concresciuti.
    3. E’ vietata, per motivi di ordine medico e sanitario, la raccolta di funghi epigei spontanei commestibili della specie Amanita caesarea allo stato di ovolo chiuso, ossia con velo universale privo di lacerazione naturale e spontanea.
    4. E’ vietata  la raccolta di funghi epigei spontanei commestibili di specie micologiche di grossa e media taglia aventi il diametro del cappello inferiore a centimetri tre, e specie micologiche di piccola taglia al di sotto di centimetri due, fatta eccezione per i funghi concrescenti. La Giunta regionale, entro tre mesi dalla data dientrata in vigore della presente legge, individua le specie fungine per le quali si applica il presente comma. Roncola - uncino venduta per la ricerca dei funghi
    5. E’ vietata la raccolta dei funghi epigei spontanei commestibili mediante l’uso di rastrelli, uncini o altri mezzi che possono danneggiare lo strato umifero del terreno, il micelio fungino o l’apparato radicale della vegetazione.
    6. E’ vietata la raccolta di funghi epigei spontanei commestibili dei quali non sono conservate le caratteristiche morfologiche che consentono la sicura determinazione della specie. BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 44 DEL 6 AGOSTO 2007
    7. E’ vietata la distruzione volontaria dei corpi fruttiferi fungini di qualsiasi specie. E’ obbligatoria la pulitura sommaria sul luogo di raccolta dei funghi riconosciuti eduli.
    VICTORINOX Coltello Per Funghi Kunzi ND
    8. La raccolta di funghi epigei spontanei non commestibili è consentita solo a personale abilitato e solo per scopi didattici o scientifici, nel limite giornaliero di cinque esemplari per singola specie.
    9.I funghi epigei spontanei commestibili raccolti sono riposti in contenitori rigidi ed aerati o comunque idonei a consentire la diffusione delle spore. E’ vietato l’uso di contenitori di plastica non pervi.
    Cesto in vimini ovale cestino raccolta funghi castagne frutti di bosco
    10. E’ vietata la raccolta e l’asportazione, anche ai fini di commercio, della cotica superficiale del terreno, salvo che per le opere di regolamentazione delle acque, per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e dei passaggi e per le pratiche colturali, fermo restando l’obbligo dell’integrale ripristino, anche naturalistico, dello stato dei luoghi.

    SI INVITANO TUTTI I "FUNGAROLI" PROVENIENTI DA FUORI COMUNE A RISPETTARE IL BOSCO E LA POPOLAZIONE LOCALE. NON LASCIATE RIFIUTI NEL BOSCO E QUALORA NE TROVIATE RIPONETELI NEL VOSTRO ZAINO, AUTOMOBILE O IN UN SACCHETTO CHE DEPOSITERETE PRESSO IDONEI LUOGHI DI RACCOLTA, D'ALTRONDE SIAMO CERTI CHE I NOSTRI BOSCHI SARANNO GENEROSI E PERCHÈ NON RICOMPENSARLI CON UN GESTO DI CIVILTÀ?

    Proverbi sui funghi:
    • Chi mori cu li fungi fissa chi lu chiangi. (proverbio in dialetto rofranese)
    • I funghi sono sempre buoni... almeno una volta. - Wiet van Broeckhoven
    • Mio zio ha vissuto fino a 100 anni e lo deve tutto ai funghi. Non ne ha mai mangiati. -  Leopold Fechtner
    • Foncs in quantitât, an tribulât. - (proverbio in lingua Friulana)
    • Funghi e imbrogli sono uguali, i più belli son mortali. - Anonimo

    Barzellette con i funghi:
    • Un folletto incontra un fungo: -Ciao! Ma tu sei un ombrello o fungi da ombrello? -Fungo
    • Un fungo alla funghetta: - Spogliati.- la funghetta: - porcino!-
    • Due vecchi compagni di scuola si riincontrano casualmente dopo venticinque anni. Si vanno a sedere ad un bar e, bevendo qualcosa, si raccontano tutto quello che è successo in questo lungo lasso di tempo: - Allora, a me il lavoro va molto bene, ho una moglie che mi adora e due splendidi figli. Non mi posso proprio lamentare! A te come va? - Guarda, io di mogli ne ho dovute cambiare ben tre. Mi sono morte tutte e tre! - Accidenti che sfortuna! E come mai sono morte? - Stavano tutte benissimo di salute. La prima è morta una sera perché aveva mangiato dei funghi velenosi... - e la seconda? - Il caso vuole che anche lei sia morta perché aveva mangiato funghi velenosi! - Per la miseria! E la terza? - Eh... la terza! Quella non si voleva mangiare i funghi e così gli ho dovuto dare una bastonata in testa...
    • Leggi altre barzellette qui http://www.frasi.net/frasi/cerca.asp?search=funghi

    Infomazioni utili per gli operatori turistic
    i e addetti di settore.
    In aumento il fatturato del settore turistico - Le buone prospettive per la raccolta di funghi sostengono la crescita del turismo ecologico nelle aree verdi che ha raggiunto in Italia il record storico a 12 miliardi nel 2013 con un progressivo aumento del fatturato ma anche delle presenze negli anni della crisi, in controtendenza rispetto alle vacanze tradizionali. Una tendenza che - continua la Coldiretti - interessa anche le aziende agrituristiche il cui numero negli ultimi dieci anni è aumentato del 57 per cento e ha raggiunto la cifra record di 20474, il più alto di sempre. Fonte: http://notizie.tiscali.it

    L’ attività di ricerca non ha solo una natura hobbistica, che coinvolge moltissimi vacanzieri, ma svolge anche una funzione economica a sostegno delle aree interne boschive, dove rappresenta un’importante integrazione di reddito per migliaia di professionisti impegnati a rifornire negozi e ristoranti di prodotti tipici locali, con effetti positivi sugli afflussi turistici. Fonte: http://www.marcopolonews.it

    In fondo alla pagina trovi uno spazio per lasciare eventuali commenti o per aprire una discussione sull'argomento funghi.
    Questa pagina è online dal 31 ottobre 2015 la data dell'articolo si riferisce all'ultimo aggiornamento. Condividi sul tuo profilo social network oppure invia il link ad amico. Grazie per aver visitato questa pagina. 
  • Riposa in pace Nuri Donnantuoni

    Tutti i Rofranesi nel mondo piangono Miss Argentina, nostra conterranea di orgine. Nuri Donnantuoni, 29 anni, era stata incoronata nel 2005 miss in occasione della Festa della Vendemmia, manifestazione che si celebra ogni anno in Argentina.

  • Rofrano Brigante - storie di brigantaggio

    Abbiamo una storia che stiamo rischiando di perdere per sempre e di una sconfitta della nostra memoria nessuno ne sente il bisogno. Raccolgo racconti e storie tramandate che qualcuno ancora ricorda o trascritto. Sto realizzando un e-book per ricordare la resistenza partigiana che i nostri trisavoli hanno opposto all'invasore piemontese.
    Ingannati con promesse di libertà si ritrovarono schiavi di una dittatura e sbeffaggiati da galantuomini cambia casacca.
    Fuggivano nelle montagne, non erano ancora emigranti.
    Molti furono disciolti nella calce viva, altri arrestati, altri fucilati e chissà quanti mandati al domicilio coatto (deportati al nord).
  • Rofrano vs Alfanese 11 10 15 i gol

  • Rofrano, l'amministrazione risponde alla minoranza

    Rofrano. Dopo gli attacchi del consigliere comunale Giuseppe Viterale, che aveva accusato l'amministrazione comunale di poca trasparenza e di negare l'accesso agli atti, il primo cittadino Nicola Cammarano passa al contrattacco.

  • Rosa Scandizzo: come si può non amare Rofrano?

    Alcuni anni fa avevo iniziato a raccogliere queste storie che raccontavano la Rofrano e le sue genti, dopo 8 anni che questa e-mail è restata archiviata tra i miei file, riprendo questo lavoro di pubblicare le vostre storie. Con la speranza di poter continuare a ricevere tante altre e-mail vi auguro buona lettura.

    Il mio nome è Rosa sono nata e cresciuta a Rofrano fino all’età di diciassette anni, dopo di chè sposandomi ho dovuto lasciare il mio paese di origine ma tuttora dopo molti anni lo amo con tutta l’anima.
    Non passa giorno che non mi domandi se fossi rimasta a Rofrano come sarebbe stata la mia vita.
    Provengo da una famiglia numerosa e povera di beni materiali, però ricca d’amore.
  • Santurario di Santa Maria di Grottaferrata

    Si crede comunemente che il santuario, sia stato fondato da San Nilo da Rossano, un monaco basiliano gia fondatore dell’Abbazia greca di Grottaferrata nel Lazio, avvenuta nel X secolo e che, dal 1132 ha giurisdizione anche su Rofrano. Secondo il canonico Ronsini, il piu’ approfondito biografo della storia di Rofrano, San Nilo, avrebbe trovato l’Abbazia gia’ fondata, dal momento che il biografo di San Nilo a sua volta, che cita le altre fondazioni del santo, tace su questa.
    In ogni caso nel 2004, mille anni dopo la morte del santo, e’ stato celebrato il gemellaggio tra Rofrano e Grottaferrata.
    Il Santuario e’ stato sempre un faro di luce per la comunita’ cristiana rofranese,fin da quando il Re Bizantino Ruggiero, concesse a Leonzio che era abate di Grottaferrata, la chiesa di Santa Maria di Rofrano.
  • Telerofrano.com: 5 anni sempre meglio

    Il 13 gennaio del 2010 con la pubblicazione di questo video nasceva Tele Rofrano, così per gioco abbiamo dato vita alla web tv di Rofrano e non solo. Per gioco e passatempo abbiamo unito virtualmente tanti rofranesi nel mondo, offrendo un luogo di confronto e di dialogo a tutti.

  • Tornate tutti e presto !!!

    Dopo la festa della Madonna di Grottaferrata Rofrano si svuota dei suoi tanti emigranti che d'estate tornano al paese per ridare vita alla decine di case che durante l'anno restano chiuse per lunghi periodi. Quando gli emigranti ripartono per tornare nelle città del Nord Italia e Nord Europa e in alcuni casi anche oltre ocenano il paese perde la più grande risorsa di cui dispone, le sue genti.
    Gli emigranti sono una grande opportunità per il futuro dei  piccoli borghi come Rofrano e questo i residenti lo sanno benissimo ecco perciò che vogliamo salutarvi ed invitare tutti i Rofranesi lontano a ritornate presto al paese per vivere la vostra terra, rincontrare parenti, amici e qualsiasi affetto della vostro luogo d'origine.
  • Tutto nasce spontaneamente!

    ...é questo lo spirito giusto che dà la carica! In una giornata soleggiata, mentre passeggiavo in via Pastena in compagnia di due miei cari amici, ho incrociato Adriano con il camioncino, che mi ha chiesto: "Giooo vuoi venire al fiume? (Emmisi ovvio)".

  • Un giorno di festa con Paolo Brosio

    Paolo Brosio ha passato la giornata della festa di Maria di Grottaferrata, insieme agli abitanti di un borgo in provincia di Salerno.
    Nel video i momenti più belli, i colori, i volti, le preghiere e i suoni di un giorno di festa religiosa e popolare.
    Rofrano, Lunedì 7 settembre 2015.
    (Riprese e foto: Gianni Gemignani)
  • Un uomo mascherato da Diavolo che scendeva...

    Il carnevale è una festa celebrata nei paesi di tradizione cattolica, i festeggiamenti si svolgono spesso in pubbliche parate in cui dominano elementi giocosi e fantasiosi; in particolare, l'elemento distintivo e caratterizzante del carnevale è l'uso del mascheramento.

    La parola carnevale deriva dal latino carnem levare ("eliminare la carne") poiché anticamente indicava il banchetto che si teneva l'ultimo giorno di carnevale (martedì grasso), subito prima del periodo di astinenza e digiuno della quaresima. (Wikipedia)

  • Va camminannu cu l'uocchi spierti, prof. Cresta 1995

    Altro contenuto d'interesse per tutti i rofranesi è nei Quaderni del Parco n.3 dell'ottobre del 1996 recentemente rintracciato online.
    Da pagina 11 a pagina 19 furono inseriti tre capitoli della seconda indagine del prof. Cresta datata 1995, codice SBN UFI0266217 che è stata pubblicata in un volumetto dal titolo Va camminannu cu l'uocchi spierti. Da questo linkè possibile scaricare i Quaderni del Parco e consultare i tre capitoli narrati, dimensione 15 Mb formato .pdf, buona lettura.
  • Vediamo chi dice la verita'... Ecco le rispose di Viterale al cons. Speranza

    Viterale risponde al comunicato diSperanza. Vi anticipiamo che i toni che ritroverete nel comunicato che segue non sono per nulla amichevoli, ecco quanto scrive l'ex primo cittadino:

     

    Caro Giovanni, 
    non sono un bugiardo, né uno sprovveduto. Il mio stile e il mio percorso di vita familiare, sociale e politica ne costituiscono la più nitida e lampante testimonianza. Basterebbe questa semplice constatazione per rispondere al tuo scritto apparso, qualche giorno fa, su telerofrano.com. 

  • video rofrano 8 agosto 90

    Anno 1990 Festeggiamenti a San Rocco. Gli amici di Rofrano x la serata musicale ebbero il coraggio di proporre il mio piccolo gruppo composto da organetto -fisarmonica e batteria. Con la collaborazione di quel meraviglioso pubblico ne venne fuori una divertentissima serata. Amo Rofrano e la sua straordinaria gente...ammiro la loro grande ospitalita' e la voglia di divertirsi che e'la stessa anche nei giovani di adesso...il tempo passa ma la voglia di vivere allegramente e' la stessa. DEDICO QUESTO VIDEO a Quella gente e a te Manuel Scarpitta e tutti gli amanti dell'organetto

    Rocco Fortunato
  • WEBCAM ONLINE DA SAN MENALE

    La webcam si attiva su predeterminate impostazioni ambientali e non orarie. Se non visualizzi un immagine recente, prova a ricaricare la pagina oppure utilizza il link diretto alla pagina senza grafica https://www.telerofrano.com/meteocam/webcam.php


    L'installazione di questa webcam è stata possibile grazie all'aiuto dei donatori, visualizza albo.
    In caso di condizioni meteo avverse possono verificarsi interruzioni di energia elettrica e la data stampata sull'immagine potrebbe non essere quella corretta. Tuttavia viene assicurato un costante monitoraggio per fornire il miglior servizio possibile.
    Puoi inserire questa webcam in un altro sito o pagina web attraverso il tag
    <img style="border-width: 5px;" src="https://www.telerofrano.com/meteocam/imagesmeteocamimage.jpg" width="704" height="480" />
    oppure linkando l'immagine https://www.telerofrano.com/meteocam/images/meteocamimage.jpg


    meteoblue

    Profilo della webcam presso il punto d'installazione


    Altre webcam nei dintorni

    WEBCAM PADULA_CERTOSA
    http://www.padulafoto.it/fotoalbum/padula-live.html

  • Zia Peppina

    Marcello ed i suoi amici stanziavano al Camping, li avevamo conosciuti al Bar. Erano in cinque, giusto una macchina piena. Avemmo la brillante idea di condurli nell’entroterra nostro alla ricerca di qualche prodotto tipico. Quel giorno ci venne in mente Rofrano col suo famoso pane di Zia Peppina. Ci andavamo di tanto in tanto, anche per vedere le nostre colline, insomma anche per regalare ai nostri occhi un panorama diverso dal nostro bellissimo mare.

PRINCIPI

Secondo recenti espressioni della giurisprudenza  Italiana e della Suprema Corte di Cassazione non sussiste alcun obbligo di registrazione per i blog in quanto questi sono un espressione della libertà d'opinione, diritto ampiamente riconosciuto dalla nostra Costituzione. I contenuti non sono moderati leggi informativa
Le opere contenute in TeleRofrano.com sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Non sei tenuto a rispettare i termini della licenza per ...continua a leggere

hastag Rofrano